TELEGRAM l’ultima isola libera di internet?

Preparati perché quello che sto per scrivere è lungo.

“Nooo Luca un’altro dei tuoi lunghi articoli nei quali ci racconti un sacco di cose?”

E si oggi ti racconto di come GOOGLE, YOUTUBE, FACEBOOK abbiano piegato la testa ai potentati, mentre un giovane NEO di nome Pavel DUROV stia combattendo per mantenere una piccola isola di libertà in internet.

Se le storie fossero brevi, sarebbero come quella di Elio e le storie tese:

la vacca disse al al mulo “oggi ti puzza il culo”, il mulo disse alla vacca “ho appena fatto la cacca” Fine della storia.

Solo che per raccontare la contemporaneità di certe situazioni non è possibile essere così sintetici. Anche se in sintesi scriverò di situazioni di merdiza. (Leggi cacca).

Nota che il video sotto che ho linkato è solo il punto di partenza dal quale ho preso spunto per raccontarti a che punto siamo oggi in rete. Non sono sempre d’accordo con quello che dice SocialTV ma mi batterò perché possa dirlo.

PIEGARE LA TESTA PER CONTINUARE A FATTURARE.

Questa è la ovvia conclusione, prima FACEBOOK, poi YOUTUBE e GOOGLE, nati nella Internet libera si stanno sempre più adeguando alle leggi europee “DEMOCRATICHE”. Nota questa parola apparentemente rassicurante DEMOCRAZIA e dimmi se altro non è un insieme di leggi imposte con la forza dalla maggioranza vincente alla minoranza perdente?

Forse ti sarà sfuggito un piccolo particolare “europee”. Ti ricordi che ti ho già scritto chi è che propone le leggi in europa?

“Luca il parlamento europeo no?
Sbagliato: sono 28 persone indipendenti che siedono nella Commisione europea. Perché converrai con me che era scomodo per le lobbies finanziarie fare pressione su 750 parlamentari europei o fare in modo che fossero tutti loro dirigenti, mentre risultava molto più semplice gestire 28 persone.

“Luca MA LE LIBERTÀ DI ESPRESSIONE, DI PAROLA, DI OPINIONE, DI MANIFESTAZIONI ESISTONO ANCORA?”
Sì se non rompi i biiiiiip al potere costituito, altrimenti preparati a prendere un sacco di mazzate, oppure ad essere censurato o bannato.

NOTATE COME ALCUNI TERMINI VENGONO SISTEMATICAMENTE RESI NEGATIVI.

dissidente (essere discordante),
il pensiero critico (da krino=separare),
sovversivo (sub-versus, volgere dal basso),
cospirativo (da com-spirare=insieme-respirare),
eretico (da airesis=scelta)
complotto (da com-plex=insieme-avvolgere)

Chi rende questi termini negativi? Storicamente dovrebbe essere la narrativa storica del vincitore, che diventato tale disconosce le sue origini.

Già perché tutti i partiti prima di diventarlo storicamente furono (come documentato) eversivi (con intento rovesciante [da sovversivo]) massonici (massone=masso+(oggi diremmo muratore o meglio tagliatore di pietra).

Tutti i partiti americani prima dell’indipendenza furono fuori legge, sovversivi e/o massonici.

Tutti i partiti politici dissidenti al “fascismo” erano sovversivi e spesso gli esponenti costretti all’esilio, vedi la storia di Pertini.

Tutti i partiti politici repubblicani esistenti durante i domini monarchici erano fuori legge, cospirativi, sovversivi, complottistici.

Eppure sembra che le idee originali una volta arrivate al potere mutino, e combattano le successive idee liberali in pubertà oppure si svendano per 30 denari.

Perchè il pensiero discortante (dissidente), scegliere diversamente dalla maggioranza (critico=separato, eretico), unirsi più voci in un unico respiro (cospirare), allargare il pensiero per cercare di accerchiare (complotto), tutte queste azioni sono negative per l’ordine costituito e per chi gestisce il potere.

Ti fermo prima che tu possa anche solo pensare :
“E ma Luca internet è grande, che si facciano un sito e non rompano i biiiiip su facebook e youtube”.
Per com’è fatto oggi internet basta controllare, cioè far piegare la testa a Google, Youtube, Facebook, per far sparire la maggior parte delle voci dissidenti (cioè discordanti, diverse dal volere che sta al potere).

Da quando lavoro in INTERNET, dal 1995, mi capita di fare delle previsioni, notando alcune tendenze, per poi verificare se queste cose accadranno realmente. I Dissidenti non spariranno. Dove finiranno? In Russia come Snowden?
https://it.wikipedia.org/wiki/Edward_Snowden

Cioè in strutture informatiche russe tipo RUTUBE.ru ( l’equivalente russo di youtube)?

NO, per ora stanno convergendo verso TELEGRAM!
Taaaa daaaa!
Ma aspetta perché su TELEGRAM?

Premessa. ” Ma come premessa, dopo tutto questo testo?!!” Si perché si chiederanno cos’è TELEGRAM?
Viene chiamato come l’equivalente russo di Whatsapp, anche se non è così e scopriremo perché.

E la storia è di quelle AFFASCINANTI, perché la realtà supera sempre la cinematografia, ed ha a che fare anche un pochino con l’ITALIA.

Ha a che fare con l’ITALIA perché Pavel Durov, il fondatore di TELEGRAM, ha vissuto in Italia una parte della sua infanzia, quando suo padre fu docente di Filologia all’Università di Torino. “Filo che?”

La Filologia è:

un insieme di discipline che studia i testi di varia natura (letterari, storici, politici, economici, giuridici, ecc.), sia antichi che contemporanei, al fine di ricostruire la loro forma originaria attraverso l’analisi critica e comparativa delle fonti che li testimoniano, per arrivare, mediante varie metodologie di indagine, ad un’interpretazione che sia la più corretta possibile.

“Luca spiegami cosa cavolo ci interessa questo?”

Presto detto. Questo è il contesto culturale nel quale è cresciuto il nostro paladino, insieme a suo fratello, attuali paladini libertà della rete!

Perché TELEGRAM è “il Whatsapp veramente LIBERO.

“Ma Luca ma anche whatsapp è FREE”.
Bravo gnucco, free non equivale a Libero”. Anche Facebook e Youtube sono free fino a che non esprimi contenuti scomodi e discordanti le regole dei padroni. Nota che spesso le chiamano regole della comunità, solo che sono state scelte unilateralmente fregandosene dei diritti fondamentali dell’uomo e del netizen (cittadino della rete). Quindi TELEGRAM è Free e garantisce la LIBERTA’ di ESPRESSIONE, tutti gli altri NO. E leggi quella piccola cosa dopo il NO: è un PUNTO.

Chi è il nostro eroe o chi sono i nostri eroi? Pavel Durov è un dissidente Russo. Come ti dicevo ha realizzato TELEGRAM insieme al fratello, un brillante esperto matematico e programmatore informatico, insieme ad altri ingegneri informatici. Costoro tutti insieme avevano realizzato tempo fa l’equivalente russo di FACEBOOK, solo moooolto più LIBERO, realmente LIBERO, che si chiamava VKontakte. Una isola libera è felice che è durata relativamente poco. E’ durata fin tanto che non ha dato fastidio a Putin (lo stesso che al KGB era capitano del reparto di DISINIFORMAZIONE).

Qui potete trovare la storia dei fratelli DUROV

https://www.mobileworld.it/2017/01/30/chi-e-pavel-durov-fondatore-telegram-106013/ 

Se guardate la sua foto in questo link noterete una certa somiglianza all’attore Keanu Reeves (da giovane) e leggendo la sua storia di programmatore, sembra l’attuale NEO della rete internet (NEO noto come Thomas A. Anderson, è il protagonista della trilogia di Matrix).

Se non hai letto l’articolo che ti ho linkato qui sopra, in sintesi anche in RUSSIA non gradivano troppo libertà di pensiero e parola. In pratica se sei SNOWDEN sei ben accolto se racconti le porcate americane, ma non sei ben voluto se non stai alle regole di Putin.

Per concludere, sempre riprendendo quando scritto nel link che vi ho lasciato qui sopra, pare che l’attuale libertà di INTERNET sia confinata in un’isoletta sia fisica (Pavel DUROV e suo fratello  (DUROV nome omen?) per la loro incolumità e sicurezza sono dovuti andarsene dalla Russia.

Hanno letteralmente “acquistato” la cittadinanza nelle Isole di Saint Kitts e Nevis” un minuscolo stato dell’America Centrale. La si sono portati dietro 12 ingegneri con i quali avevano progettato VKontakte (il FACEBOOK russo libero).

Attualmente i fratelli DUROV insieme ai loro ingegneri pare vivano come nomadi digitali, stazionando per poco tempo in stati Europei. A occhio direi non più di 90 giorni a causa dei visti turistici, oppure al massimo meno di 180 giorno per motivi lavorativi.

Giusto per capire la portata di TELEGRAM vi segnalo questo link: I fratelli Durov presentano Telegram e TON alla SEC, segnalata raccolta di 850 milioni di dollari

Questa è TELEGRAM forse l’ultima isola libera di INTERNET?

Almeno finché la resistenza conspiratrice non si riorganizzerà.

Finisco inviando un affettuoso saluto alla resistenza.

E’ buffo sapere che senza le resistenze elettriche internet non esisterebbe. Piccoli giochi di parole? No la narrativa di una storia è la nostra bolla di realtà.

“Luca interessante ma che lungo impara a riassumere più di così!. K c prrv (OK ci proverò!)

Avatar

Author: La Pillola Rossa

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *