Facebook non vi lascia condividere il commento di un amico.

Qui facebook l’ha fatta grossa!

Di cosa si tratta? Da non molto se provi a condividere via Cellulare un Post (qualcosa scritto da un’amico) contenente un link, facebook via APP non ti fa più condividere il testo del tuo amico, ma solo il contenuto del link. E nelle impostazioni via APP non c’è modo velocemente di inoltrare il testo che ti interessava condividere. In questo modo valgono di più i link esterni delle nostre opinioni sul contenuto dei link. Una vera assurdità.

Nella seconda immagine invece si vede che è possibile INCLUDERE NUOVAMENTE quanto desiderato SE E SOLO SE SI SPUNTA sul piiiicolo quadratino presente prima del testo “Includi post originale”.

Tutto ciò è molto grave.
Primo perché nella APP di Facebook non è proprio possibile includere quanto voluto, mentre prima ciò era possibile (bug, errore o intenzionale?).

E’ grave perché va a colpire e cambiare le abitudini di condivisione delle informazioni e dei commenti su facebook e cambia anche come pensare la pubblicazione dei contenuti su Facebook.

Provo a spiegare che cosa succederà d’ora in poi.

Un vostro amico commenta negativamente un articolo che inneggiava al razzismo. Voi siete d’accordo con il suo commento, e condividete via APP. Nel vostro muro si vedrà solo l’articolo e NESSUN COMMENTO. E almeno allo stato attuale non avrete modo di condividere il commento del vostro amico.

IMPLICAZIONI di questo.

La forza insita nel condividere le opinioni di tutti noi è la vera forza del WEB 3.0, cioè dall’evento dei Social nel web. Togliere o limitare o complicare questo processo porterà a ovvie reazioni della RETE.

DA PARTE MIA CAMBIERÀ COMPLETAMENTE come condividerò e posterò d’ora in poi le informazioni sulla facebook.

Conoscete il detto: “A pensare male si fa peccato, ma quanto ci si azzecca?” Ho come la sensazione che questo sia stato fatto per depotenziare molto uno dei meccanismi che ha fatto diffondere nuove e dirompenti opinioni in rete.

Dal mio punto di vista ormai la rete non la imbrigli, diventerà solo più creativa!

——————————————————————–
Domenica 11 Novembre del 2012 scrissi qui:
Siamo in guerra, è una guerra sobria, fatta attraverso strumenti finanziari, ma ricordatevi il detto: ne uccide più la lingua della spada (e dei soldi).
Pertanto le nostre armi sono in rete, sono la condivisione di informazioni che possono risvegliare il senso di comprensione e dignità civile della convivenza sociale.
——————————————————————–
 
Capite perché cambiare un’abitudine nelle modalità di condivisione è un attacco alla rete ed ai suoi anticorpi?
 
La rete ha i suoi anticorpi e reagirà con la creatività che la contraddistingue. Sono passati 7 anni da allora e Facebook non è il social più importante. Lo è per una fascia d’età, lo è probabilmente per li over 35/40. Le nuove generazioni non usano Facebook. Vorrà dire che qui saremo diversamente creativi per far condividere nuovi opinioni che non passano nel main-stream.

DELLA SERIE PUNTATA DEL 7 SETTEMBRE 2019 DI “VI SPIEGO LE CAVOLATE DI FACEBOOK”

Avatar

Author: La Pillola Rossa

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *