Calderoli spiega chi sono i padri del Porcellum, legge elettorale dichiarata incostituzionale.

Gli ultimi 3 parlamenti eletti da una legge incostituzionale non sono stati votati da nessuno. Legamente lo possono fare perché nessuno ha il potere o se lo avesse non ha la volontà di sciogliere le camere e tornare al voto con una legge costituzionale.

Domanda: questa è o non è violazione della Costituzione, quindi della legge?

Perché se ben ci ricordiamo andrebbero applicate prioritariamente le leggi costituzionali e di seguito quelle ordinarie e non viceversa. Tuttavia mi sembra che siamo all’interno di un cortocircuito dove il parlamento per legge dovrebbe sciogliersi ma decide di non farlo, e nessuno sembra poterglielo impedire.