Vaccini Si o No? Tutti quelli esaminati hanno inquinanti incompatibili con i vaccini. Intervista al dott. Stefano Montanari.

“Mattarella ha dichiarato che vaccinarsi è un bene e che quello che si sta dicendo sui vaccini non ha giustificazione che non ha base scientifiche”.

Gli risponde dott. Stefano Montanari, scienziato e divulgatore di fama internazionale, laurea in Farmacia e direttore scientifico di Nanodiagnostics, nella seguente intervista intitolata:

Speciale Medicina Amica Vaccini: brutti sporchi e cattivi? – 11.01.2017

e realizzata da TELECOLOR Green Team

Trascrizione parziale del testo:

[…] “detto da una persona come Mattarella lascia un po’ perplesso, io vorrei vedere quante indagini sui vaccini ha fatto Mattarella. Io ci ho passato degli anni e quindi sentirmi dire da persone con tutto il rispetto totalmente incompetenti che io dico delle cose che non sono basate scientificamente, bah! Mi lascia veramente un po’ spiazzato. Vorrei fermarmi qui perché altrimenti potrei andare un po’ troppo oltre, comunque diciamo che Mattarella dovrebbe parlare delle cose che conosce. Io non so quali siano le cose che conosce, ma parli di quelle, le altre cose non le dica. Di vaccini parlo io.

Montanari parla della prima volta (nel 2000) che ha analizzato vaccini e biopsia di zona vaccinata nella quale ha trovato nanopolveri inquinanti incompatibili con i vaccini.

[…] io ero ancora convinto di quello che mi avevano raccontato prima all’università, e non mi ero mai posto il problemi, cioè mi era stato raccontato che una preparazione iniettabile, come un vaccino in genere, deve essere assolutamente pura, pulita, deve essere preparata dentro ambienti assolutamente al di sopra di ogni sospetto. Li non deve entrare nulla che sia estraneo. Quindi ritrovarci con quelle polveri dentro al vaccino per noi fu una sorpresa enorme. Tanto che, soprattutto io devo dire, non volevo credere ai miei occhi. Cioè dicevo “qui abbiamo sbagliato qualcosa”. Abbiamo ripetuto infinite volte quelle analisi e sempre abbiamo trovato le stesse polveri. […]

[…] poi arrivò da noi l’Università di Parma che ci mandò una studentessa per fare una tesi di laurea e con lei analizzammo 19 vaccini diversi. Tutti e 19 li trovammo inquinati, inquinati da polveri solide non compatibili con l’organismo e in organica […]

Domanda intervistatrice: “che polveri sono e che male fanno all’organismo?”

[…] Che polveri sono? Sono quanto di più vario lei possa immaginare. La qualità (tipo) di polvere che troviamo più frequentemente è acciaio, cioè sono dei piccoli, piccolissimi frammenti di acciaio. […]

Domanda intervistatrice: “Perché in un vaccino dovrebbe esserci dell’acciaio?

Lei mi fa la domanda io un milione di volte. Perché troviamo l’acciaio, troviamo dei pezzi di piombo, troviamo dei pezzi di quello che a me sembra dei pezzi di muro, di intonaco, troviamo dei frammenti di titanio, di tungsteno, troviamo le leghe più disparate. Io mi sono chiesto mille volte come possono finire queste cose in un vaccino e non mi sono dato mai una risposta. Tutte le volte che ho cercato di convincere qualcuno a farmi entrare da un produttore di vaccini mi è stato sempre detto di no, tutte le volte. Allora se io non riesco a vedere come lavorano queste persone io non potrò mai capire da dove è entrata quella roba, ma quella roba c’è. Oggi siamo a 30 vaccini, 30 vaccini che non sono stati analizzati in 1 campione, ma in tanti campioni di versi. Addirittura, per esempio, per i vaccini anti-inlfuenzali a distanza di anni, perché lei sa che tutti gli anni cambia il vaccino. E quindi noi abbiamo analizzato dei vaccini ogni anno, trovandoli tutti inquinati.

Potrà sembrarle molto curioso sapere qual’è l’unico vaccino che abbiamo trovato pulito. E’ un vaccino per i gatti. L’unico vaccino per uso veterinaio che abbiamo annalizzato, si chiama “feligen” è un trivalente per i gatti. L’unico per gli animali, l’unico pulito. […]

Domanda Intervistatrice: “Come mai secondo lei?”

[…] E’ questo che mi chiedo anch’io, come mai? Ma ce lo chiediamo tutti. Allora, quello che io dico è, se noi siamo capaci di produrre un vaccino senza polveri, senza inquinanti, perché il “feligen” non ne aveva, perché tutti gli altri 29 ce li avevano?

Noi abbiamo ricevuto vaccini un po da tutti, addirittura da una Procura della Repubblica. Abbiamo ricevuto un certo numero di campioni dello stesso tipo di vaccino, trovandoli tutti inquinati. Poi la cosa è finita lì, la Procura non è andata vanti, però sono tutti inquinati. […]

Domanda: “quindi questo vaccino che vi ha segnalato la Procura lo troviamo in commercio?”

[…] Certo che lo troviamo in commercio

(Arrivato sino al minuto 10:56 di 55:58, nei prossimi giorni continuo la trascrizione).

Author: La Pillola Rossa

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *