La BCE può finire i soldi? La risposta di Draghi è: tecnicamente no.

La domanda è di quelle semplici, ma importanti, perché ha implicazioni etiche e politiche ed economiche che arrivano fin nelle radici: “la BCE può finire mai i soldi?

 

ladomanda

La risposta di Draghi è: tecnicamente no.

Allora perché i politici ci dicono che non ci sono i soldi per la sanità, per la scuola, per l’edilizia, per le emergenze, per i disastri, per aiutare i più poveri, per tagliare le tasse?

L’unica risposta che resta è: perché non vogliono. Non vogliono usare il potere valutario per finalità sociali, per la collettività, ma esclusivamente per rafforzare il potere dei pochi privati che controllano la Banca Centrale, la BCE.

Allora la successiva domanda dovrebbe essere: se la finalità ultima della democrazia è redistribuire i vari poteri in modo da evitarne pericolose concentrazioni, redistribuzione che avviene attraverso il voto a suffragio universale, principio secondo il quale tutti i cittadini maggiorenni, senza restrizioni di alcun tipo possono esercitare il diritto di voto, la domanda è perché non possiamo MAI votare per la redistribuzione del potere valutario, economico e finanziario che sono i poteri che in quest’epoca stanno governando il mondo? Perché ricordo che gli altri 3 poteri dello Stato sono nulla senza il pagamento degli stipendi di chi li esercita. E ricordo ancora che il primo potere non viene mai citato, è bene occultato.

Perché ci vogliono sudditi valutari.

Giuristi ribellatevi e riportate il potere nelle mani della democrazia. Popolo supportate chi promuove azioni giuridiche e di introduzioni di leggi che portino sotto il controllo del voto popolare i poteri: valutario, economico e finanziario.

Author: l-p

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *