CETA approvato, cessione di sovranità, e decenni di battaglie dei diritti dei consumatori andate in fumo.

CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement, letteralmente “Accordo economico e commerciale globale”) approvato.

15 febbraio 2017 il parlamento Europeo approva il CETA

27 giugno 2017 il parlamento Italiano retifica il CETA

In questo video della Gabbia a 2:00:49 si parla di CETA, in pratica il cavallo di Troia del TTIP.

Non è un accordo che migliora il lavoro del 95% delle nostre imprese che sono Micro imprese, anzi è un accordo che metterà in pericolo le piccole imprese perché i colossi Canadesi (e Americani attraverso le sedi Canadesi) potranno entrare nel mercato italiano, inondandolo dei loro prodotti, infischiandosene della legislazione italiana. E in caso di controversia il foro competente non sarà più italiano, sarà un arbitro terzo a giudicare.

Dato che uno dei poteri dello Stato è quello di far rispettare le proprie leggi sul proprio territorio, il CETA è una chiara CESSIONE DI SOVRANITÀ. Ogni cessione di sovranità dovrebbe avvenire attraverso specifico referendum con quorum obbligatorio del 50% +1, o quanto meno con la votazione dei due terzi del senato e della camera, non certo con il voto di una maggioranza minoranza.

Ogni cessione di sovranità che non avviene attraverso il consenso informato dei cittadini è di fatto un tradimento della patria, e come tale dovrebbe essere punito.

Author: La Pillola Rossa

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *