Amianto, stime: 5000 morti all’anno in Italia.

Morti-per-Amianto-in-Italia

Le morti per Amianto in Italia sono stimate a 5000 all’anno, come se 2 Torri gemelle + una aggiuntiva crollassero ogni anno in Italia

Le morti per Amianto in Italia sono stimate a 5000 all’anno, come se 2 Torri gemelle + una aggiuntiva crollassero ogni anno in Italia. Infatti se sommiamo i morti stimati per Amianto in Italia dal 11 Settembre 2001, al 11 settembre 2015 sono 70.000. Più di 23 World Trade Center crollati.

Le morti vengono spesso strumentalizzate dalla stampa dai politici, esistono morti (volute o meno) che vengono esaltate per portare avanti una tesi, una causa, una guerra come quella in Iraq. Quasi 3mila morti servivano come scusa mediatica per attaccare l’Iraq per depredarlo delle sue enormi ricchezze petrolifere e aurifere.

Poi ci sono le morti causate da una produzione industriale che ha generato profitti, ma non genera altrettanti risarcimenti e bonifiche, come ad esempio le morti causate da Amianto. Il problema è che i morti muoiono in ospedale o a casa propria, non crollano i muri, non sono tutti uno accanto all’altro morti per terra a fare una immagine emozionale tale da dire BASTA! E agire di conseguenza.

italiani-morti-per-amianto-vs-morti-torri-gemelle

Nonostante questo l’Italia importa ancora Amianto!

Anche quelli che dovrebbero difenderci, muoiono più per amianto che (in teoria) per servire lo Stato.

Di Maio (M5S): “Dal 1996 ad oggi sono morti 211 militari italiani per esposizione all’amianto. Ne sono morti meno in tutti gli scenari di guerra che abbiamo combattuto dal 1954 ad oggi.”

morti-militari-per-amianto

Sintesi di quanto ha detto Di Maio nel suo intervento in aula:

5000 Italiani morti per Amianto (media più alta degli Stati Europei)

Quanto spende per la Guerra in Afganistan il governo Renzi?
1.500.000 al Giorno
550.000.000 di euro all’anno

Stima Amianto presente in Italia:
32 milioni di tonnellate di amianto. (5 quintali per ogni cittadino)

Dove si trova:
Dalle tubature alle rotaie, rivestimenti di tetti e garage
case, auto, aerei, elicotteri, cucine, frigoriferi, guanti da lavoro.

Lo respiri oggi e ti può uccidere di tumore anche tra 30 anni.

Italia nel 2012 era il maggior importatore di Amianto del mondo con oltre 2000 tonnellate.

Poi leggo queste notizie:

Amianto: 135 milioni di euro per bonifiche da Ministero Ambiente

1 F35 costa 100 milioni di Euro, quindi il governo per affrontare il problema che causa 5000 morti all’anno spende quanto 1 F35. Mentre di F35 ha confermato che ne comprerà 90!

grafico-spese-militari-vs-amianto

Eppure una soluzione di smaltimento sembra non solo possibile anche potenzialmente vantaggiosa leggendo questo articolo, tuttavia:

Amianto: smaltimento sostenibile grazie al siero di latte.

L’amianto potrebbe trasformarsi da rifiuto tossico a risorsa grazie al lavoro di ricerca del professor Norberto Roveri, docente presso il dipartimento di Chimica dell’Università di Bologna. […]

Purtroppo la soluzione del professor Roveri non è ancora attuabile al di fuori dei confini dei laboratori universitari. Il metodo messo a punto dal docente bolognese deve infatti essere approvato dal Ministero dell’Ambiente.

Il Ministero finora non ha mai incontrato Roveri e la sua equipe per procedere a una valutazione della nuova tecnica di smaltimento dell’amianto. Roveri ha avanzato diverse richieste di udienza negli ultimi anni, rimaste tutte senza risposta.

Nel frattempo in Italia l’amianto viene smaltito con un metodo ben più pericoloso a lungo termine. Dopo essere stato imballato nella plastica l’eternit finisce infatti in discarica. […]

Mi domando cosa bisogna arrivare a fare per svegliare i quadri dirigenti (cioè il governo e il ministero) che devono occuparsi di questa cosa. Forse fargli fare un viaggetto nei mezzi militari pieni di Amianto? Farli lavorare in ufficio contenenti materiale edile pieno di Amianto? Fargli parcheggiare l’auto in un garage fatto con materiale edile comprendente amianto? In pratica fargli respirare un po’ di Amianto e poi dirgli ora fai partire il conto alla rovescia, perché è che è cancerogeno è certo. Forse dopo questo trattamento correrebbero ad affrontare in modo risolutivo il problema.

Author: La Pillola Rossa

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *